Paolo Maldini: Senza Kakà utopia vincere al Champions (Video)

0

Paolo Maldini non è certo tipo le manda certo a dire e nell’ultima intervista da giocatore del Milan, di cui sopra potete trovare il video integrale, ha parlato di tutto, con un chiarezza e una schiettezza quasi disarmante. L’occasione è propizia per toccare svariati argomenti; dalla partenza di Kakà:

utopistico aspirare a vincere la Champions League senza di lui

alle incomprensioni con la società all’indomani della contestazione della Curva Sud, in occasione del suo addio al calcio.

Galliani ha preso alcune mie affermazioni come una questione personale, ma la società non è fatta solo da lui

e sulla possibilità di diventare un dirigente:

Se il Milan mi offrisse un ruolo da dirigente, operativo, non di facciata, difficilmente potrei dire di no“.

Proprio su quest’ultima affermazione, forse vale la pena spendere una veloce riflessione. Come faceva giustamente notare uno dei miei giornalisti preferiti in Italia: Mario Sconcerti, ieri sera a Sky:

Nell’era Berlusconi c’è sempre stato poco spazio in ruoli dirigenziali, per ex calciatori di forte personalità, come Gianni Rivera per esempio; la società ha sempre preferito appoggiarsi a uomini rossoneri a 360°, completamente sdraiati, aderenti, alla linea societaria del Milan“.

In virtù di ciò, è difficile pensare a Paolo Maldini come prossimo dirigente del Milan, anzi, al pari di Gianni Rivera, Paolo Maldini potrebbe essere velocemente messo da parte da Silvio Berlusconi e Adriano Galliani.

LASCIA UN COMMENTO