Striscia la Notizia ad Aversa parcheggi a pagamento e strisce blu

0

l’altro ieri a Striscia la Notizia, Luca Abete si è occupato di parcheggi a pagamento. Le strisce blu si sono trasformate in una vera e propria ossessione per gli aversani, secondi i quali, ad Aversa ce ne sarebbe troppe, addirittura 1695. L’inviato di Striscia ha intervistato Antonio Arduno, responsabile del Codacons, che ha voluto chiarire la posizione dei cittadini, i quali non sono contro le strisce blu, o contro i parcheggi a pagamento, piuttosto non accettano l’esagerazione.

Queste benedette strisce sarebbero state tracciate senza rispettare il codice della strada e per verificare le affermazioni del responsabile, Luca Abete si è recato di persona nelle aree delimitate dai parcheggi ed effettivamente, gli spazi per le auto si sono dimostrati troppo ridotti. Strisce circolari, strisce bicolori, insomma tutte fuori norma. Come se non bastasse, i parcheggi riservati ai residenti, in molti casi sono occupati dai cassonetti dell’immondizia: oltre il danno, la beffa. Per legge le aree di sosta devono rispettare una larghezza prestabilita, ad Aversa si fa tutto a occhio.

Come se non bastasse il cammino per un disabile verso il ticket di sosta è un percorso ad ostacoli. Al termine dell’indagine Luca Abete si è recato dal Sindaco, Domenico Ciaramella, il quale ha specificato che per 4 mesi, questo nuovo piano parcheggi è: “in via sperimentale“, al termine dei quali – si spera – “tutti vivranno felici e contenti“. E se lo dice lui.

LASCIA UN COMMENTO