Morgan e la Cocaina: a Porta a Porta si confessa e chiede scusa

0

Ieri sera Morgan è stato ospite a Porta a Porta per tentare di chiarire la sua posizione in merito alle dichiarazioni rilasciata al mensile Max. Sono bastate alcune anticipazioni dell’intervista, che troverete in edicola oggi, per scatenare un putiferio intorno all’ex giudice di X Factor. Sotto accusa alcuni passaggi, dove Morgan ammette di fare uso di cocaina. Ma non si tratta un un outing qualsiasi, è una vera apologia della droga, paragonata ad un efficacissimo psicofarmaco contro la depressione, che lo stesso Freud prescriveva ai suoi pazienti. Non lesina dettagli Morgan racconta come la assume e per quale motivo preferisca fumarla in basi, piuttosto che sniffarla. Dal canto suo il giornalista della rivista prende appunti e pubblica tutto, senza porsi il minimo scrupolo morale, ovviamente non nei confronti di Morgan, ma per il giovane pubblico destinatario di simili idiozie.

Un minuto dopo la divulgazione da parte dei media di queste anticipazioni, Morgan è fuori da Sanremo. Dopo esser stato ospite a Radiogioventù, ieri Morgan è andato da Bruno Vespa per chiarire il suo punto di vista. Chiede scusa Morgan, ma lo fa per la ragione sbagliata. A me francamente del suo outing non importa granché, non mi interessa neppure che ammetta di aver sbagliato a curarsi con la cocaina. Mi sarebbe piaciuto che Morgan si fosse semplicemente scusato per il messaggio forviante e pericolosissimo inviato ad un pubblico giovane e già abbastanza incasinato; ecco l’unica cosa davvero inaccettabile. Secondo Claudia Mori, in collegamento ieri con la trasmissione di Bruno Vespa, è stata aperta una caccia al mostro nei confronti di una persona che ha ammesso un suo problema, distinguendosi da tanti ipocriti, ma il punto è un altro. Qui non stiamo giudicando le confessioni di un artista che ammette di fare uso di stupefacenti, qui condanniamo la celebrazione della droga come strumento per sconfiggere la depressione, una squallida dipendenza, trasformato stile di vita figo, quasi elitario: possibile che questo la simpaticissima Claudia Mori non lo abbia ancora capito?

loading...

LASCIA UN COMMENTO