Cecchi Paone su Renato Zero e Tiziano Ferro (video)

3

A Domenica 5 è andato in onda l’ennesimo outing di Alessandro Cecchi Paone. Il popolare conduttore, che da qualche anno ha ammesso di essere omosessuale, ha rivolto pesanti accuse nei confronti di due mostri sacri della musica italiana. Parole molto dure all’indirizzo di Renato Zero, che secondo Cecchi Paone, avrebbe rilasciato un’intervista denigratoria nei confronti dei gay definendoli come dei down. Un affondo, più leggero però, anche per Tiziano Ferro. In rete circola la voce secondo la quale il popolare cantante sarebbe il partner di Checchi Paone, l’invito è quello di presentarsi in trasmissione da Barbara D’Urso per smentire la love story. Un bel “chissenefrega” finale non lo vogliamo aggiungere?

3 COMMENTI

  1. per quanto rispetti Alessandro Cecchi Paone, più per il suo lavoro di divulgatore culturale che per tutto il contorno restante (in quanto affari suoi, anche se va a spiattellarli in giro da un programma all’altro), da sorcino fiero e orgoglioso, non posso non porgli una domanda: che Renato sia gay o meno, a lui, che cosa gli importa? la cosa cambierebbe totalmente e radicalmente la sua vita e quella di molti altri omosessuali?? si sentirebbero più liberi e sincerati d’esprimersi???

    Luca, 22 anni

  2. Evidentemente Cecchi Paone sta vivendo un calo professionale, pertanto, per acquisire un po’ di visibilità, si mette a sputare e a calunniare contro chi, sicuramente, non ha bisogno di raccontare cosa fa tra le lenzuola per essere amato dal pubblico. Se costui decide di passare la sua vita a raccontarci quanto sia bello essere gay è affar suo, ma non può pretendere di attaccare Renato in questo modo catalogandolo come “solo una persona che non lo conosce per niente” può fare: se non lo conosci, TACI!!!!! Renato non ha fatto soldi sculettando e inneggiando all’amore a tre. Renato ci ha regalato una quantità inimmaginabile di poesie, ci ha resi felici di quello che siamo, ha forgiato le nostre anime insegnandoci a prendere il meglio noi e ad utilizzarlo per costruire il nostro futuro. Ci ha fatto piangere lacrime di gioia, ci ha insegnato la solidarietà, l’amicizia, l’amore per il prossimo….ci ha insegnato a vivere, come solo lui ha saputo fare.
    E adesso questo “signore” che conosciamo a malapena viene a pontificare e a tuonare contro Renato liquidandolo in quel modo??? No caro Cecchi Paone. Tu non hai fatto i conti con noi. Noi Renato lo conosciamo bene e non ce ne frega niente di sapere chi ci sia nel suo letto e, onestamente, ci frega men che meno di sapere chi ci stia nel tuo. Ma tu hai un buon motivo per raccontarlo a tutti. E’ l’unica cartuccia che ti è rimasta da sparare. Se non parli di quello, non ti caga più nessuno. Renato invece ha noi. Ha la sua arte immensa, la sua voce meravigliosa, la sua capacità interpretativa, la sua grande anima, mentre tu, caro Cecchi Paone, sei rimasto solo con la tua sessualità. La prossima volta sciacquati la bocca prima di nominare Renato e soprattutto non permetterti mai più di rivolgerti a un uomo come lui, con 59 meravigliose primavere alle spalle, dicendogli cosa deve o non deve raccontare della sua vita. Noi non abbiamo bisogno che ci racconti nulla: tutta la sua vita è la favola nostra….
    ….e adesso vai pure a farti sbattere da chi vuoi, ma ti prego, non raccontarcelo: non ce ne frega proprio nulla.
    …con tutta la tristezza e la pena che ti meriti,
    Alessandra

  3. la cosa più ridicola è che sostiene di non conoscerli personalmente, di non sapere niente di loro…e allora? Di cosa sta parlando? Cita delle dichiarazioni di Renato che provengono da un’intervista il cui contenuto era completamentoe diverso da quello che lui vuol far credere, quindi o la cita per sentito dire e non l’ha letta o se l’ha letta non capisce quello che legge. E Tiziano Ferro? Lo tira in ballo solo perchè alcuni blogger hanno scritto…ma siamo matti, sto ragazzo avrà al massimo 30 anni e deve sentirsi dire(da uno che fino a 50 anni ha finto di essere etero) che vive a Londra per “nascondersi”…mi domando, ma il reato di calunnia in Italia non esiste più?

LASCIA UN COMMENTO