Yara Cambirasio: il rapitore un conoscente? si brancola nel buio

0

Passano i giorni e le ore, ed il mistero che avvolge la sparizione di Yara Gambirasio assume sempre più i connotati del giallo. Una nebbia fitta ed impenetrabile avvolge la scomparsa della giovane promessa della ginnastica ritmica. A dieci giorni dal presunto rapimento, nelle vicinanze della sua palestra in cui la piccola Yara si allenava tutti i giorni, gli inquirenti brancolano nel buio. Dopo l’arresto e l’immediata scarcerazione del marocchino Mohammed Fikri, le forze dell’ordine sembrano sempre più disorientate. Non un indizio tangibile, non esistono ombre nel passato di Yara Gambirasio, nessun fidanzatino geloso, nessun conflitto degno di nota. Quelle degli inquirenti sono solo supposizioni. Ci si domanda, in particolare, come una ragazzina possa essere sparita nel nulla in questo modo. e se il rapitore possa essere un conoscente della piccola, uno in grado di attirare Yara con un pretesto in un luogo isolato. Supposizioni e nulla più.

LASCIA UN COMMENTO