Bossi dito medio al cantante: “l’ho querelato” (video)

1

Che le canzoni sull’Unità d’Italia non fossero le più gettonate a casa di Umberto Bossi, questo lo si sospettava da tempo. Da vero impavido, il cantante salentino Alessandro Pelagalli, né ha intonata una proprio nel corso della festa della Lega Nord, istigando l’elegante reazione del Senatur, che ha rivolto al giovane il dito medio delle occasioni migliori. Il destinatario del gestaccio però non ha gradito la goliardia di Umberto Bossi e appena terminato lo spettacolo si è recato dai Carabinieri di Bareggio, comune in cui risiede, per querelare il leader del Carroccio.

A Repubblica il giovane ha ripercorso quanto accaduto sul palco, respingendo al mittente le accuse di provocatore: “non sapevo che Bossi sarebbe salito sul palco in quel momento, gli organizzatori mi avevano detto di non preoccuparmene”. Prosegue Alessandro Pelagalli: “non sapevo neppure si trattasse di un raduno della Lega, ero stato chiamato a sostituire un amico. Con quel gesto Bossi mi ha insultato come artista e cittadino italiano, con una platea di persone tutte favorevoli a lui“.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO