Botti di Capodanno: esplode un appartamento a Roma, un morto e due bambini gravissimi

0

La passione pericolosa per i fuochi d’artificio lo ha ucciso ed ha probabilmente sfigurato la piccola nipotina. Il pregiudicato Cristian Cataldi aveva scelto di festeggiare il Capodanno come tanti a San Basilio, periferia est della capitale: sparando botto illegali in quantità industriali. Era trascorsa da poco la mezzanotte quando l’uomo accendeva l’ennesimo petardo sul terrazzo della sua abitazione, un appartamento al primo piano di via Gigliotti. Secondo la prima ricostruzione della polizia e dei vigili del fuoco, il pericoloso ordigno gli sarebbe esploso tra le mani, innescando una reazione a catena all’intenro dell’appartamento, facendo così esplodere chili e chili di botti, stipati in casa. Solo pochi giorni prima, le forze dell’ordine avevano sequestrato nello stesso edificio 30 chili di botti illegali, nascosti sotto la cabina dell’ascensore. Il servizio tratto da Tg1.

LASCIA UN COMMENTO