Naufragio Costa Concordia, parla il medico di bordo (video Repubblica TV)

0

“Il comandante Francesco Schettino ha osato troppo. Il mare non accetta l’arroganza”. Lo sostiene Sandro Cinquini, direttore sanitario della nave da crociera Costa Concordia uno degli ultimi ad abbandonare l’imbarcazione la notte del naufragio all’Isola del Giglio. Insieme ai colleghi ha raccontato delle 500 persone rimaste intrappolate sul lato sinistro della nave. Il ritratto che il medico della Concordia dipinge del comandante Schettino, ci consegna un personaggio molto diverso dal pavido subalterno del comandante De Falco. Spregiudicato, intrepido, ma anche uno che sapeva fare il suo lavoro, eppure qualcosa nella mente di Schettino si è rotto, forse la pressione, forse un accadimento inaspettato, solo la giustizia riuscirà a fare piena luce sull’accaduto. Ecco il suo racconto tra caos, soccorsi e umanità.

loading...

LASCIA UN COMMENTO