Italia’s got Talent 3: Quinta Puntata 4 febbraio 2012 (video)

0

In prima serata su Canale 5, ieri 4 febbraio, è andata in onda la quinta puntata di Italia’s got Talent 3, lo show record di ascolti condotto dalla coppia Belen RodriguezSimone Annichiarico e supportato da una giuria d’eccezione formata da Rudy Zerby, Maria De Filippi e Gerry Scotti. Appena sotto, la cronaca della serata, con tutte le esibizioni, nel corso della mattinata, qualora disponibili in rete, anche tutti i video.

Apre la puntata un simpatico animaletto a molla. Il suo nome è Bit ed è stato ideato da un programmatore sulla cui identità i giudici hanno scelto di mantenere il più stretto riserbo. Ci sono performer davvero bravi come il bikers Paolo Patrizi, altri fanno semplicemente sbellicare dalle risate, come il camionista Giose Angelo Catalano, che si è prodotto in un’inedita versione di Diana…senza senza conoscere il testo in inglese.

Sul palco alternano talenti e casi umani. C’è anche un vecchietto travestito da Zorro, Temistocle Di Narzio. Peccato che la puntata sia stata registrata molto tempo prima di Carnevale. Un lanciatore di coltelli impressiona lo zio Gerry, Ogni volta che sul palco vediamo comparire un’anziana signora, il pensiero corre alla simpatica Angela Favolosa Cubista, Lia Bizzi, al suo confronto è una delusione totale.

Scartato ad Amici, ci riprova ad Italia’s got Talent. Stesso giudice ma verdetto diverso: “perché qui il contesto è differente”. Bravissime, ma non il massimo della simpatia: sono le Drum Dance Women Company, una band di percussioniste molto criticate da Rudy Zerbi per un atteggiamento altezzoso. Anna Volpe è una simpatica vecchietta di 77 anni con un talento davvero originale: ricorda a memoria tutti i prefissi del mondo, non è un caso se la signora sia stata una centralinista della Telecom.

Anna K., istruttrice di fitness russa, conquista Rudy e Gerry grazie ad un numero acrobatico decisamente sexy sul palo. A proposito di talenti strambi, Valentina Puccio è un’insegnante d’arte che dipinge con sangue. Una particolarità che lascia sconcertati i giudici che decidono di non farla passare.

loading...

LASCIA UN COMMENTO