(video) Marco Travaglio a Servizio Pubblico: editoriale 15 marzo 2012

1

In nostro viaggio all’interno della scorsa puntata di Servizio Pubblico, quella di giovedì 15 marzo 2012, comincia come sempre da uno degli interventi più attesi, quello con protagonista Marco Travaglio. Nel suo editoriale di metà trasmissione, il vicedirettore del Fatto Quotidiano ha parlato del processo a Marcello Dell’Utri e dell’assoluzione in Cassazione per concorso esterno in associazione mafiosa. Nei primi due gradi di giudizio, quello in cui i giudici valutano le prove, Dell’Utri fu condannato sia in primo grado con una pena di nove anni, sia in appello a 7 anni. Il terzo grado, la Cassazione, non si occupa più dei fatti, ma del merito, della legittimità e cioè, se i giudici hanno interpretato correttamente la legge. Se non lo ritiene, come in questo caso, la cassazione annulla la sentenza. Ma in Cassazione sono successe cose davvero strane; il processo ha riposato lì per tredici mesi e poi è stato affidato ad Aldo Grassi, allievo prediletto di Corrado Carnevale, definito il giudice ammazza sentenze perché annullava centinaia si condanne ai danni di boss mafiosi, che Falcone e Borsellino avevano così faticosamente ottenuto.

1 commento

  1. Grandissimo Marco Travaglio! Ammirazione infinita per la tua chiarezza precisa e (giustamente) spietata e riconoscenza perché parli per tutti noi! Continua così!

LASCIA UN COMMENTO