Tsunami Indonesia 2012, panico in Thailandia, a Phuket chiuso l’aeroporto

0

In tutto il sudest asiatico è scattato l’allarme tsunami, dopo il violento terremoto di magnitudo 8.8 che si è verificato all’argo dell’Isola di Sumatra, in Indonesia. La prima, violentissima,a scossa, si è verificata alle 14 .38 ora locale in mare aperto, nelle acque di Banda Aceh. Secondo quanto riferisce l’istituto americano di geofisica, una seconda scossa di 6.5 è stata avvertita e registrata poco dopo. Immediatamente è scattato l’allarme tsunami in tutto il sudest asiatico. Le prime onde dovrebbero arrivare sulle coste a breve, anche se non dovrebbero essere alte più di un metro. Io vivo e lavoro in Thailandia, nell’isola di Phuket. L’atmosfera qui è surreale, a Rawai sono scappati tutti, la popolazione ha cercato rifugio in collina. Io sono restato a casa, fiducioso che l’allarme sia spropositato. Ad ogni buon conto, l’aeroporto di Phuket è stato chiuso, chi vive a Patong giura di aver visto il mare ritirarsi di un bel pezzo. Ultimo aggiornamento. L’allarme in tutto il sudest asiatico è rientrato. Per quanto riguarda la Thailandia e Phuket in particolare, a Patong amici testimoni raccontano di un’onda anomala di circa un metro. Onestamente ritengo che siano informazioni tutte da verificare, la vera notizia comunque è che ne il terremoto, ne tanto meno lo tsunami successivo, pare abbiano causato vittime. Tutto il resto passa in secondo piano. Nel video che trovate appena sotto, l’evacuazione di Patong.

LASCIA UN COMMENTO