Striscia, disabili maltrattati e costretti a lavorare nel centro di Roccapiemonte (video)

5

E’ una storia davvero allucinante quella che ci racconta Luca Abete di Striscia la Notizia. Il bravissimo inviato del Tg satirico di Antonio Ricci si è recato a Roccapiemonte, in provincia di Salerno, per documentare l’incredibile stato di degrado in cui sono costretti a vivere alcuni ospiti di un centro per disabili. La struttura è completamente abbandonata a sé stessa, il personale è gravemente insufficiente al punto che gli stessi pazienti sono costretti a lavorare. Manca praticamente tutto in questo lager camuffato da centro di riabilitazione, i disabili vivono in condizioni igenico-sanitarie da terzo mondo, privi di biancheria ed indumenti, dormono nella sporcizia e negli escrementi. Si tratta della prima parte del servizio, questa sera scopriremo il resto. Il contributo video lo trovate appena qui sotto.

loading...

5 COMMENTI

  1. E’ davvero vergognoso….io metterei quel “DIRETTORE” a fare le pulizie!!!!!!Compreso lo staff….ovvio!!!!!

  2. È una vergogna quello che sta accadendo. Mia mamma lavora a Villa Silvia e la sua dedizione alle persone che sono al centro va ben oltre quella che ha per i suoi stessi figli!!! Prima di sputare sentenze su un centro di riabilitazione di eccellenza come questo, in cui provengono persone non solo dal territorio in cui si trova lo stesso centro, bisognerebbe approfondire provenienza e veridicità di dichiarazioni e immagini, e analizzare con profondità i contesti e le situazioni. Gli unici a rimetterci in questa guerra mediatica che potrebbe portare alla chiusura della struttura oltre alle persone che beneficano delle cure sono i dipendenti che si dedicano ai degenti e che fanno un lavoro che poche persone oggi sarebbero disponibili a fare.
    Carmela

  3. CARA CARMELA SONO LA MAMMA DI UNA RAGAZZA CHE FREQUENTA QUEL CENTRO EPOSSO ASSICURARTI CHE ORA VENGONO A GALLA TANTI NODI ,DICI CHE BISOGNA APPROFONDIRE COSA?CHE SONO SERVIZI MONTATI?DAVVERO E A QUALE SCOPO?mia figlia e tornata a casa con un braccio rotto e ha subito due interventi e alle mie domande mi e stato risposto che nn era caduta al centro e nn era successo nulla purtroppo ho dovuto subire perche mia figlia nn puo parlare,nn metto in dubbio l operato di tua mamma perche voglio credere che al mondo esistono anche persone che questo lavoo lo fanno col cuore ,ma credimi anche la reazione dell infermiere conferma il contrario se tutto fosse stato a norma perche nn far salire i genitori o quelli di striscia sopra?perche i ragazzi camminano nudi?perche i materassi sono stati sporcati apposta di feci e mettere loro sopra?

LASCIA UN COMMENTO