Torino – Inter news: presentazione partita e chiavi tattiche.

0

Domenica sera, l’Inter di Stramaccioni fa visita al Torino. I granata sono virtualmente avanti di un punto, la penalizzazione annulla il vantaggio nei confronti dei nerazzurri. La formazione milanese va a corrente alternata, in casa è un disastro, in trasferta un ira di Dio. Per capire le ragioni, forse servirebbe una seduta collettiva della rosa dallo psicologo, San Siro incute timore, questa non è una novità, probabile che il fascino della scala del calcio stia inibendo i meno abituati a palcoscenici così prestigiosi. Ci sono anche delle ragioni tattiche dietro questa discontinuità, l’Inter in trasferta è più prudente, concede di meno perchè non ha la frenesia di attaccare. Questo atteggiamento mentale sarà fondamentale contro il Toro, il cui modulo 4-2-4 trova la sua massima esaltazione con squadre eccessivamente sbilanciate in attacco. Sorrido quando sento parlare di schemi intoccabili, che non devono modellarsi agli avversari di turno, la verità è che anche l’armata nerazzurra può preparare l’incontro cercando di sfruttare al massimo i difetti dell’altra formazione. Giampiero Ventura lo conosciamo, è un allenatore votato al gioco d’attacco che non si accontenta di vincere col minimo scarto in maniera fortuita. I granata non se ne staranno ad aspettare l’Inter nella loro metà campo, non lo avrebbero fatto neppure a San Siro, bisogna essere umili ed approfittarne. Tanto pressing su centrali di difesa ma soprattutto a centrocampo. Il modulo del Toro è molto offensivo, ma la difesa 4 è bloccata, non sarà semplice prenderla di infilata, meglio col gioco manovrato, magari sfruttando la superiorità a centrocampo. Ecco perchè contro il Torino Stramaccioni dovrebbe quasi certamente confermare il centrocampo a tre, con Sneijder a supporto delle due punte. Sia Milito che Palacio (preferito inizialmente a Cassano secondo noi) dovranno essere bravi a pressare i centrali granata, le azioni del Toro partono tutte dalla difesa per questa ragione Cassano non sembra il partner di attacco ideale. Sarà fondamentale il gioco dei terzini nerazzurri, dovranno essere bravi a spingere quando se ne presenterà l’occasione per portarsi al cross e rifornire con palle alte Milito e Palacio. L’alternativa è il 4-3-2-1 con due trequartisti a fraseggiare con la punta centrale, per stanare la difesa granata. In ogni caso, i centrocampisti nerazzurri non dovranno far ragionare i due interni granata, in questo modo per il Toro non sarà semplice verticalizzare rapidamente come ama fare Ventura.

loading...

LASCIA UN COMMENTO