Balotelli: ora perde la panzienza anche il City: “Non è di buon esempio”

0

“Why Always me?”. E’ questa la maglietta, dal messaggio eloquente che qualche giorno fa indossava Mario Balotelli. L’attaccante del Manchester City è finito nuovamente nella bufera. A chiamarlo in causa, con dichiarazioni che sanno tanto di bocciatura, è l’amministratore delegato del club campione d’Inghilterra: Brian Marwood: “E’ imporrante per un giocatore essere esemplare. Ciò vale anche per chi non mostra il giusto comportamento – e tutto il mondo sa di chi sto parlando – In generale comunque il Manchester ha un gruppo di giocatori fantastico, solo che non tutti remano nella stessa direzione. I calciatori devono essere esempi da seguire per i giovani“.

Insomma, pagato 28 milioni di sterline solamente due anni fa, ora il Manchester City sarebbe anche pronto a sbarazzarsi di Super Mario. I contrasti con lo spogliatoio e con Mancini si sono ripresentati puntuali anche questa stagione, Balo oltretutto è stato impiegato col contagocce, in Premier ha collezionato solo 5 presenze e nessun gol. Insomma, troppo poco per un giocatore così ingombrante, perennemente nel mirino dei tabloid inglese, che con personaggi tipo Balotelli ci sguazzano alla grande. Il problema è l’acquirente, di club realmente interessati al ragazzo ancora non se ne vedono. Carattere complicato a parte, Balotelli è davvero un giocatore in grado di fare la differenza e soprattutto in maniera costante? Lui tornerebbe volentieri a Milano, Moratti sarebbe pronto a concedergli un’altra chance ma il costo dell’operazione è proibitivo per la nostra Serie A.

loading...

LASCIA UN COMMENTO