Il sindaco di Busto Arsizio sulla reazione di Boateng ai cori razzisti: “esagerato e poco professionale”

0

Ne abbiamo già parlato questa mattina, ieri pomeriggio è stata scritta una brutta pagina di sport a Busto Arsizio. L’amichevole Pro Patria e Milan è infatti stata sospesa a seguito di cori razzisti di parte (un gruppetto di 50 trogloditi) dello stadio. Esasperato dalle reiterate ingiurie, Boateng si è fermato, ha scagliato il pallone verso la curva e ha deciso di abbandonare il rettangolo di gioco. Una reazione assolutamente comprensibile, la scelta del centrocampista è stata condivisa anche dagli altri componenti della rosa rossonera, ovviamente. Una dura condanna è arrivata da parte del presidente del Milan, dalla dirigenza e anche da Massimiliano Allegri. Unica voce fuori dal coro, il sindaco di Busto Arsizio, che ha definito il gesto di Boateng: “esagerato e non professionale“. Dopo queste sconcertanti dichiarazioni Gianluigi Farioli è stato raggiunto da SKY Sport24. Ascoltiamo la sua parziale retromarcia.

loading...

LASCIA UN COMMENTO