Cesar Millan duramente criticato da Alan Titchmarsh: “metodi violenti e inaccettabili” (video)

0

Si è parlato a lungo del caso sollevato da Striscia su Cesar Millan. Il Tg di Antonio Ricci non è certo il primo a mettere in forte discussione i metodi educativi di colui che è stato definito “l’addestratore di cani più famoso del mondo“. Diverse associazioni animaliste, negli Stati Uniti e nel resto del mondo, anche qui da noi in Italia, lo hanno criticato duramente. I seguaci di Cesar Millan, sono comunque tantissimi e davvero irriducibili. Questi amanti degli animali (o presunti tali) difendono  Dog Whisperer  sostenendo teorie come: “Cesar è un amante dei cani, solo con i casi disperati, quelli che rischiano di essere soppressi, utilizza metodi al limite, ma solo per salvarli“. Altri negano la realtà: “non è vero, non usa violenza, parlate senza avere mai visto il suo programma“. Bene, in questi giorni, malvolentieri, mi sono rivisto parecchi video in rete di Cesar Millan, e la mia posizione è speculare a quella di Edoardo Stoppa e a tutte le associazioni animaliste che stanno gridano con tutti il fiato che hanno in gola la loro indignazione. Mi sono domandato: ma coma mai nessuno non lo ha mai messo di fronte alle sue responsabilità, perché nessuno gli chiede spiegazioni del suo barbaro modo di educare i cani? Ebbene, c’è un giornalista che a Cesar Millan ha fatto pelo e contropelo, si chiama Alan Titchmarsh e dall’intervista  Dog Whisperer non ne esce troppo bene.

loading...

LASCIA UN COMMENTO