Sanremo 2013: Il contestatore di Crozza intervistato fuori dall’Ariston da TV Blog

5

Ieri sera è andata in onda la prima puntata del Festival di Sanremo. Canzoni a parte, a rubare la scena ci ha pensato il monologo di Maurizio Crozza. 40 lunghissimi minuti il cui il comico si è prodotto nelle imitazioni di Silvio Berlusconi, Pierluigi Bersani, Antonio Ingroia e Luca Cordero di Montezemolo. Una sensazione di deja-vu ci ha accompagnati durante tutta la performance del comico genovese, dal quale forse era legittimo aspettarsi di più. Crozza ha deciso di puntare sulla politica, scelta che ha pagato con la protesta di uno sparuto gruppetto di contestatori, che al grido di: “via la politica da Sanremo“, hanno tentato di rovinare il numero del comico. Maurizio Crozza è apparso in grande difficoltà ed è dovuto intervenire il conduttore Fabio Fazio a riportare un po’ di ordine in sala. Il contestatore è stato raggiunto dalle telecamere di Blogo, l’intervista esclusiva è stata realizzata da Grazia Sambruna.

loading...

5 COMMENTI

  1. tutto questo per farsi fare le’interviste incivile lui e chi l’ha pagato perchè non penso che uno paga il costoso biglieto per aasistere a san remo per farsi cacciare a calci in culo.

  2. Ma che pagato il biglietto! Destra e sinistra, non fa differenza? 😀 Qualcuno ha pagato il biglietto per lui, era OVVIO che si dovevano mandare dei contestatori, dopo che non sono riusciti a far spostare il festival a dopo le elezioni.
    Così come sono riusciti a rimandare la condanna (e spero l’incarcerazione) di Silvio a dopo le elezioni.
    160 € di biglietto? Cosa sono contro i 3000 € offerti alle donne oggetto di Hard-core (arcore)?

  3. Ma chi si crede di essere per dire ciò che va fatto e ciò che non va fatto al festival di San Remo..poveraccio.
    A noi non interessa nulla di ciò che pensa lui, dovevano buttarlo fuori a calci.

  4. In Italia il problema è che questa gente qua, e sono in tanti, credono di scindere politica e vita privata, cosa che è impossibile. La politica non è un hobby o un passatempo, tutto quel che pensiamo o facciamo è politica.

LASCIA UN COMMENTO