Mistero – Chico Forti: condannato all’ergastolo da innocente? Video puntata 6/0372013

0

Ieri sera, mercoledì 6 marzo 2013, su Italia Uno è andata in onda una nuova puntata di Mistero. Tanti i servizi degni di nota, come sempre. Questa mattina vi ho già parlato della teoria delle scie chimiche di Adam Kadmon, ora è arrivato il momento di occuparci di un caso di cronaca estero, che in Italia ha sollevato tante polemiche, quello con protagonista Enrico Chico Forti, italiano condannato all’ergastolo negli Stati Uniti. La sua vicenda ha creato un certo scalpore, spingendo volti noti dello spettacolo, come Fiorello, a sottoscrivere una petizione in favore di un riesame del processo.

Dopo aver partecipato e vinto in diverse puntate di Telemike (il famoso gioco a premi condotto da Mike Bongiorno), per il campione di surf Enrico Chico Forti si aprono le porte degli States. In America Enrico raggiunge il successo come imprenditore e come conduttore TV. Negli Stati Uniti conosce la sua futura moglie, Heather, dalla cui relazione nascono 3 figli. Nel 1997, Forti si aggiudica i diritti esclusivi della casa galleggiante dove viene ritrovato il copro senza vita del presunto omicida di Gianni Versace: Andrew Cunanan. L’anno seguente, Dale, figlio di Anthony Pike, dal quale il trentino stata acquistando il Pikes Hotel di Ibiza (location dove è stato girato il videoclip di Club Tropicana degli Wham), viene trovato morto su una spiaggia di Miami, la rinomata Sewer Beach. Alla polizia, Enrico Chico Forti dichiara (mentendo) di non aver mai incontrato l’amico, confermando di fatto i sospetti degli inquirenti. L’italiano paga la cauzione milionaria per concorso in omicidio, anche se l’arma del delitto non verrà mai ritrovata e la sabbia rinvenuta all’interno della sua autovettura, potrebbe essere di un’altra spiaggia. Nel 2000, una giuria composta da 12 persone, condanna il Forti (che non smetterà mai di gridare la sua innocenza), all’ergastolo, senza condizionale.

loading...

LASCIA UN COMMENTO