Le Iene, Enrico Lucci intervista alcuni ragazzi del M5S eletti al Senato e alla Camera.

0

Enrico Lucci realizza i suoi servizi, sostanzialmente con due approcci, molto differenti tra di loro. Il primo metodo, se così lo vogliamo definire, punta essenzialmente a sfottere l’intervistato. L’interlocutore viene preso per i fondelli alla grande, solitamente si tratta di un soggetto non particolarmente sveglio, che puntualmente non si rende conto della chiave ironica con cui viene realizzato il servizio. Poi, di quando in quando, il buon Lucci abbandona il sarcasmo e, pur senza mai rinunciare alla sua ironia tipicamente romana, realizza interviste in cui l’intervistato non viene deriso, ma ascoltato attentamente ed incalzato con domande talvolta argute, talvolta politicamente scorrette. E questo il “taglio” giornalistico che Enrico Lucci ha deciso di adottare per intervistare 3 esponenti del MoVimento 5 Stelle, appena arrivati a Roma per ricoprire il ruolo di deputati. Una “ventata di normalità nelle istituzioni“, “la politica alla gente normale”. Tanti slogan hanno accompagnato questa invasione di Grillini nella Capitale. Una rivoluzione che parte dalla rete e che nel giro di tre anni ha trasformato un Movimento appena nato, nel primo partito d’Italia. Deve esserci per forza qualcosa di buono nelle loro idee. “Novità”, “normalità” Non è detto che debbano essere necessariamente sinonimi di “qualità”, certo è, che fare più danni di chi li ha preceduti, tecnici inclusi, sarà comunque difficile. Largo ai giovani, nella speranza che la nuova generazione si riveli più saggia delle precedenti.

Le Iene Lucci 5 Stelle

loading...

LASCIA UN COMMENTO