Inter – Atalanta 3-4 il rigore non c’era: la moviola di Paparesta (Video Mediaset)

0

Quando si parla di errori arbitrali, veri o presunti, si corre il rischio di passare per faziosi. Getto subito la maschera precisando che sono di fede nerazzurra. Fatta questa doverosa premessa, ci sono due elementi, anzi tre, che emergono dalla sfida tra Inter e Atalanta terminata 4-3 in favore dei bergamaschi. Il primo riguarda il rigore: non c’era, Gervasoni è stato tratto in inganno da un movimento del braccio non congruo di Walter Samuel. Il direttore si è preso tuttavia una bella responsabilità assegnando la massima punizione. Il secondo dato di fatto è che il secondo gol dell’Inter era da annullare. Episodi a parte, la verità è che all’Inter di questi tempi non né va una giusta. Una sfiga fantozziana fa si che ai nerazzurri capiti di tutto e di più. Da inizio anno si teme di essere con gli uomini contati in attacco. Accade quindi che il centravanti più prezioso si distrugga il ginocchi e che, via via, gli altri compagni di reparto vadano a fargli compagnia in infermeria. E cosa vogliamo dire dell’errore di Andrea Ranocchia? Quella palla non riuscirebbe a farla sbattere sulla traversa neppure se ci provasse altre mille volte. Una somma di fattori che si traduce in un’annata fallimentare, che ieri ha decretato l’addio anche all’ultimo obiettivo utile della stagione: i preliminari di Champions League.

Inter Atalanta moviola

LASCIA UN COMMENTO