Lega Nord e l’ossessione Kyenge: tutti gli insulti al Ministro per l’integrazione (video)

0

Gli insulti proferiti dal vicepresidente del Senato Roberto Calderoli a Treviglio (“quando la vedo penso a un orango”) sono solo l’ultimo episodio di una vergognosa saga cominciata il giorno stesso dell’insediamento di Cecile Kyenge come ministro per l’integrazione, quando Borghezio sbottò in collegamento con la trasmissione radiofonica La Zanzara: “una scelta del c***o”, il “governo del bonga bonga”. Gli esponenti del carroccio di ogni livello provano nei confronti del ministro un’avversione di chiara matrice razzista e non fanno nulla per nasconderlo. Provocazioni di ogni tipo e gli insulti più inqualificabili come quello postato su Facebook dalla consigliera di Padova Valandro: (“perché non la stuprano”). Per non parlare degli striscioni aerei, e alle contestazioni sulla poligamia del padre. Insomma, si tratta di una vera e propria Kyenge mania quella della Lega Nord, un piccolo campionario nel contributo video che trovate appena qui sotto.

LASCIA UN COMMENTO