Inter, Moratti intervista esclusiva alla Gazzetta: “Ecco perchè ho scelto di cedere a Thohir

0

Ieri hanno fatto molto scalpore le parole di Ernesto Pellegrini, ex presidente nerazzurro ai tempi della “Milano da bere”. Il suo è stato un atto d’amore, un accorato appello al suo successore Massimo Moratti di non vedere l’Inter ad Erick Thohir: “Massimo, non cedere all’indonesiano, ti aiuto io“. Frasi che il presidente nerazzurro ha apprezzato, ma con tutto il garbo che la situazione impone, ha rispedito al mittente attraverso una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport che trovate in edicola questa mattina.

Sintetizzando al massimo, Moratti rivela di aver deciso di cedere il club a Thohir e sulle pagine della “Rosea” ha spiegato anche perché. Tutto parte dall’anno del Triplete, una stagione trionfale che avrebbe potuto innescare un circolo virtuoso in grado di proiettare l’Inter ancora più in alto, invece è arrivato il declino, inesorabile e inaspettato. “Una grande gioia ma anche una grande occasione sprecata” La definisce così Moratti quella splendida annata del 2010. Il club negli ultimi mesi ha cercato di tenere sott’occhio il bilancio, ma nonostante i tagli agli stipendi dei giocatori (con conseguente ridimensionamento delle ambizioni sportive), i debiti sono ancora lì. Ma non si tratta di una questione di soldi, almeno non nell’immediato. Il presidente fa capire che potrebbe mettere mano al portafoglio e appianare i debiti come ha sempre fatto, il punto per Moratti non è questo. Il presidente è convinto che sia arrivato il momento di rilanciare il marchio Inter a livello internazionale, con una gestione manageriale volta a gettare la basi per un futuro radioso. Questa la sintesi della lunga intervista alla Gazzetta Dello Sport.

LASCIA UN COMMENTO