Legge sui gay, Yelena Isinbayeva difende la Russia: “Noi siamo diversi da voi, siamo normali”

0

Sono dichiarazioni quantomeno sconcertanti quelle di Yelena Isinbayeva. La campionessa russa dell’asta, volto simbolo ai Mondiali di atletica, si è schierata accanto al suo paese a proposito delle leggi sui gay del suo paese, atte a reprimere la promozione dell’omosessualità: “Noi siamo diversi dagli altri paesi, abbiamo le nostre leggi e le rispettiamo. Noi siamo normali, le ragazze stanno con i ragazzi e le donne con gli uomini. Non abbiamo mai avuto problemi del genere in passato e non ne vogliamo in futuro“. Questi alcuni passaggi della conferenza stampa di Yelena Isinbayeva che chiede rispetto per il proprio paese: “noi rispettiamo le leggi degli altri paesi quando siamo all’estero e così chiediamo che siano rispettate le nostre“. Chiunque abbia girato un po’ il mondo, sa perfettamente che i turisti meno rispettosi, arroganti e ignoranti sono proprio quelli russi. Questo alla signorina Isinbayeva qualcuno avrebbe dovuto farglielo notare. L’aspetto più allarmante della vicenda, tuttavia, è che quando intellettuali, atleti, personaggi in vista cominciano ad allinearsi con la politica significa che sta rinascendo un regime.

LASCIA UN COMMENTO