Verissimo, la lettera di Balotelli a Silvia Toffanin. La sua verità su Pia (video)

0

Il piatto forte della puntata di Verissimo andata in onda ieri pomeriggio su Canale 5 è la lettera che Mario Balotelli ha scritto per Silvia Toffanin. Alla giovane e sempre più trasparente conduttrice, l’attaccante del Milan ha confessato tutto il suo malessere causato dall’eccessiva pressione dei media italiani: “so di essere un ragazzo fortunato, ma anch’io ogni tanto vorrei vivere come una persona normale“. Questa l’amara riflessione di Supermario che precisa: “all’estero non è così“. Qui sotto trovate la lettera, prima di lasciarvi al video un paio di considerazioni sparse. In primis, non si può pensare di avere la botte piena e la moglie ubriaca. Questo giovanotto, guadagna palate di milioni per dare calci ad un pallone, spesso non gli riesce neppure tanto bene, ma nessuno mi risulta che gli abbia mai chiesto lo stipendio indietro. In cambio i media pretendono un pezzo della sua vita privata da dare in pasta ai lettori, mi sembra un sacrificio accettabile che andrebbe sopportato in silenzio, lasciando da parte questo incomprensibile vittimismo. Quando un giorno si saranno spenti i riflettori, e capiterà, come è capitato a tutti, il buon Mario rimpiangerà la ribalta mediatica dei tempi d’oro. Quanto al fatto che solo in Italia succedono queste cose, beh, Balotelli dimostra di avere la memoria parecchio corta e probabilmente ha già dimenticato quella famosa maglietta: “Why always me?” esibita non più tardi di un paio di stagioni fa in Inghilterra. In conclusione, la classe con la quale ha ricordato di essere una delle 100 persone più influenti secondo il Times non ha davvero prezzo. Ma il basso profilo non è mai stato i suo forte.

Balotelli lettera

LASCIA UN COMMENTO