Le Iene, la doppia faccia di un pedofilo: il servizio di Nadia Toffa nella puntata del 29/01/2014

0

Ieri sera, mercoledì 29 gennaio 2014, su Italia Uno è andata in onda la seconda puntata delle Iene e qui su Tubiamo, come di consuetudine, vi stiamo offrendo una selezione dei servizi più interessanti. Il più sconvolgente, forse, è quello realizzato da Nadia Toffa intitolato: “la doppia faccia di un pedofilo“. L’inviata, con l’ausilio di una giovane attrice (maggiorenne ma dall’aspetto molto più giovane) è riuscita a stanare un pedofilo in chat, anzi più di uno. E’ davvero scioccante scoprire quanto possa essere pericolosa la rete, e le chat in particolare, per una bambina di 11 anni. Squallidi figuri non si fanno il minimo scrupolo nell’abbordare giovanissime ragazzine col preciso intento di sfogare i loro istinti più biechi. Sono gli insospettabili e quelli apparentemente inoffensivi i più pericolosi, come Paul (il nome è di fantasia). Quarantenne, una vita avara di soddisfazioni, l’uomo adesca ragazzine su internet.

Nadia Toffa non è riuscita solamente a smascherarlo, ma lo ha addirittura incontrato. La ragazzina gli aveva dato appuntamento in una piazza di Roma, insieme a lei è andata anche l’inviata delle Iene. La reazione di Paul è stata inaspettata. L’uomo non è fuggito e non ha tentato neppure di negare spudoratamente la sua condotta (ma di minimizzarla si). E’ sembrato un uomo in grande difficoltà alla ricerca di un aiuto. Nadia Toffa gli ha suggerito di rivolgersi ad una psicologa, invito che è stato raccolto Paul, il quale non ha solamente accettato di parlare al telefono con la dottoressa, ma ha iniziato una terapia di recupero. Purtroppo il video del servizio in rete non è ancora disponibile. Restate nei paraggi, qualora dovesse essere pubblicato, l’articolo sarà aggiornato puntualmente.

LASCIA UN COMMENTO