Striscia, allevamento lager a Priverno (Latina): i proprietari minacciano Stoppa

2

Di allevamenti approssimativi, fatiscenti, inadeguati, nel corso delle ultime edizioni di Strisci la Notizia, ne abbiamo visti tanti, ma quello che ci ha mostrato Edoardo Stoppa ieri, nel corso della puntata dell’11 marzo 2014, li batte tutti. Si tratta di un vero e proprio lager, dove poveri animali sono costretti a vivere in condizioni inaccettabili, anzi peggio, orribili. Cavalli vivono all’aperto 365 giorni all’anno, all’interno di una vera e propria palude, con le zampe affondante nel terreno. Sono costretti a cibarsi di un po’ di erba mista a fango ed escrementi, ma la situazione all’interno dell’allevamento, se è possibile, è ancora peggiore. Maialini scheletrici, rinchiusi in box talmente piccoli da impedir loro qualsiasi movimento. Purtroppo Edoardo Stoppa trova anche diverse carcasse di animali morti, gettate in un campo adiacente come sacchi della spazzatura. Un povero pastore tedesco è ridotto talmente male che fa persino fatica a reggersi in piedi. Il cucciolo è legato ad una catena strettissima, ma la cosa allucinate, è che accanto a lui, assicurata ad una corda, c’è la coscia di un altro cucciolo, o quel che ne resta. Uno scempio che deve essere fermato, sul posto arrivano i veterinari dell’Asl e le forze dell’ordine. Ci sono anche i proprietari dell’allevamento, il capofamiglia minaccia i veterinari e tenta di strangolare un cane. La moglie brandisce un bastone e cerca di aggredire i sanitari. Alla fine l’uomo viene arrestato, la speranza è che buttino la chiave.

Piverno allevamento Striscia

loading...

2 COMMENTI

  1. Vi prego intervenite dono a conoscenza che esiste un canile lager in provincia di cremona. Muoiono cani tutti i giorni

LASCIA UN COMMENTO