PRESADIRETTA – Streaming video puntata del 24/03/2014 “Matteo Messina Denaro”

0

Ieri sera, lunedì 24 marzo 2014, in prima serata su RAI Tre è andata in onda una nuova puntata di PRESADIRETTA, il programma d’inchieste condotto da Riccardo Iacona. Nell’appuntamento della scorsa settimana, quello intitolato “Made in Italy”, abbiamo intrapreso un viaggio tra Italia, Francia e Bangladesh. Le telecamere del programma di RAI Tre hanno puntato i riflettori sulla crisi del settore tessile ed abbiamo scoperto che tantissimi dei grandi marchi italiani sono stati venduti all’estero. Nella puntata andata in onda ieri sera, invece, si è voltato decisamente pagina. Titolo della serata: “Matteo Messina Denaro“, una straordinaria inchiesta giornalistica sugli ultimi 21 anni di latitanza di quello che è ritenuto uno degli ultimi grandi boss della Mafia non ancora assicurati alla giustizia. Matteo Messina Denaro è stato condannato per le stragi del 1993 all’ergastolo, ma da allora ha fatto perdere le sue tracce. A PRESADIRETTA la storia della sua partecipazione alla stagione delle stragi ad inizio anni ’90, e del suo coinvolgimento nella presunta trattativa Stato-Mafia e l’indissolubile legame con Totò Riina. La caccia all’immensa ricchezza di Matteo Messina Denaro che ha portato al sequestro di beni per oltre 4 miliardi di euro, i blitz delle forze dell’ordine che hanno progressivamente, ma inesorabilmente, fatto terra bruciata intorno al boss, sino al clamoroso arresto di sua sorella Patrizia. Matteo Messina Denaro è latitante da ormai 21 anni, nessuno è riuscito ancora a scovarlo, nonostante gli stiano dando la caccia in tanti: la Polizia, i Carabinieri, la Procura di Palermo e pesino i Servizio Segreti. Nella puntata di PRESADIRETTA di ieri, è andato in onda il mistero di una latitanza incredibilmente lunga. Un racconto cinematografico sul boss di Castelvetrano, con testimonianze inedite e documenti esclusivi. “MATTEO MESSINA DENARO” è un’inchiesta di Riccardo Iacona, Danilo Procaccianti e Fabrizio Lazzaretti.

LASCIA UN COMMENTO