Lucignolo 2.0, sesso tra minorenni a Palermo: il video finisce in rete 30/03/2014

0

Ieri sera, nel corso della puntata di Lucignolo 2.0 del 30 marzo 2014, si è tornati a parlare di quel video scandalo realizzato da un gruppo di minorenni di Palermo e finito in rete. Lo hanno visto in tanti, in città non si parla d’altro e quello che doveva essere un gioco, ora si è trasformato in un vero incubo, per i protagonisti, quasi tutti quattordicenni, ma anche per le famiglie. Quel video, mostrato quasi per vanto da uno dei ragazzi ad un amico, passa di cellulare in cellulare, si diffonde a macchia d’olio e nel giro di pochi giorni diventa virale. Dai corridoi dei licei, sino alle strade dei paesi fuori città, le ragazze vengono tutte riconosciute ed esposte al pubblico ludibrio. Poco più che bambine, strette nella morsa, messe con le spalle al muro. Qualcuno tenta di coprire, sostenendo che non solo loro, ma le immagini, purtroppo per le protagoniste, non lasciano alcun dubbio. La diffusione del video è inarrestabile e arriva sino sui telefoni dei genitori e dei professori. Sono loro a dare l’allarme e a denunciare tutto alla Polizia Postale. Qualcuno sostiene che le ragazze frequentino il Liceo Meli, uno degli istituti più conosciuti di Palermo. Il preside smentisce, ma gli alunni confermano. Passa qualche giorno e sul web spuntano nuovi video e nuove foto, le protagoniste sono sempre le stesse, sempre minorenni, un inferno virtuale dove vengono date in pasto le vite e la reputazione di giovani inconsapevoli. C’è chi condanna le protagoniste dei video e chi si scaglia contro chi li ha pubblicati in rete. La tensione sale e alla fine si decide di organizzare una spedizione punitiva. Ai giardini inglesi, luogo di ritrovo favorito dagli adolescenti a Palermo, va in scena una maxi rissa, ma nessuno dice di aver visto nulla e visto che siamo in Sicilia, forse, non dobbiamo neppure stupirci più di tanto. Qui sotto il servizio andato in onda ieri a Lucignolo 2.0.

Palermo video sexy

LASCIA UN COMMENTO