Striscia, il canile degli orrori di Sant’Ilario Dello Ionio. Edoardo Stoppa 31/03/2014

0

Edoardo Stoppa di Striscia la Notizia si è recato a Sant’Ilario Dello Ionio, in provincia di Reggio Calabria, per parlare di un canile piuttosto problematico. La struttura è stata ritenuta non a norma e per questa ragione chiusa. Al suo interno, attualmente, ci sono ancora 560 cani, probabilmente anche di più; il comune stanzia per singolo animale 1,50 euro al giorno. Una signora racconta all’Amico degli animali di aver provato ad adottare un Setter, ma senza riuscirci. Hanno tentato di adottare un cane anche altri suoi amici, pure loro sono tornati a mani vuote, il proprietario del canile non ha voluto cedere i suoi animali. E nei rari casi in cui l’uomo li affida, chiede in cambio del denaro. Le condizioni di questi poveri animali, sempre secondo la testimonianza della donna, sono disastrose, non hanno farmaci, non vengono sterilizzati, non sono protetti con degli antiparassitari e, come se non bastasse, non vengono neppure nutriti adeguatamente. Secondo le rivelazioni di un’altra segnalatrice, quando i cani muoiono, il microchip resta in funzione, per permettere al titolare del canile di continuare ad incassare la retta giornaliera. E’ una situazione che va avanti da anni, sembra che tutti lo sappiano, persino le istituzioni: comune, carabinieri, polizia, nessuno fa nulla. Ad Edoardo Stoppa non è restato quindi altro da fare che andare a controllare il canile di persona. Già dall’esterno la struttura si presenta malissimo. Molti animali stanno male, sono magrissimi, spaventati, non hanno cucce dove sdraiarsi, o ciotole per il cibo. Un vero e proprio canile degli orrori. L’inviato di Striscia la Notizia ha quindi incontrato il proprietario del canile. Subito dopo il salto pubblicitario trovare il servizio integrale andato in onda ieri sera.

Canile Striscia

loading...

LASCIA UN COMMENTO