Le Iene Show, stranieri con dipendenti italiani: il servizio di Enrico Lucci del 2/04/2014

0

E’ un servizio che fa fuori un bel po’ di luoghi comuni quello andato in onda ieri sera, mercoledì 2 aprile 2014, a Le Iene Show. E quando c’è da riflettere (o sganasciarsi dalle risate), ci si affida nelle mani di Enrico Lucci, e non si può sbagliare. Nell’Italia della crisi capita che l’universo lavorativo si capovolga e gli stranieri, che una volta raggiungevano il nostro paese, magari clandestinamente e a bordo di un gommone, alla disperata ricerca di un lavoro, oggi sono i titolari. Ma a ruoli invertiti cosa cambia, finire a lavorare per un cinese è davvero il peggior incubo che un lavoratore possa fare? Probabilmente no. Enrico Lucci ci ha raccontato tra differenti storie, tutte quante sono caratterizzate da due punti in comune, i titolari sono stranieri, i dipendenti italiani. Due ungheresi hanno deciso di aprire a Roma un servizio di Pony Express solamente in bicicletta, una scelta eco sostenibile con una ragione molto nobile alle spalle: “appena arrivato qui non potevo concepire come una città così bella fosse al tempo stesso così invivibile“. E poi la storia di un giovane albanese, arrivato nel nostro paese con i documenti falsi, ora è titolare di una fabbrica di persiane ed inferiate. E poi c’è il cinese Alberto, forse il più simpatico. Sullo sfondo, i nostri connazionali, per nulla sfruttati e alquanto soddisfatti di lavorare per titolari stranieri. Differenze con gli italiani? Maggior serietà, rispetto e persino umanità. Un titolare cinese più umano di un italiano…E chi lo avrebbe detto? Il contributo video subito dopo il salto pubblicitario.

Le Iene stranieri Lucci

loading...

LASCIA UN COMMENTO