Striscia la Notizia: sedie rotte all’Università di Bari: la protesta degli studenti.

0

Fabio e Mingo si trovano all’interno dell’Università di Bari e più precisamente nella facoltà di Lingue e Letteratura, dove gli studenti, oltre ad essere oppressi dagli esami e dalle tasse più care di tutta Europa, rischiano tutti i giorni la loro incolumità fisica per seguire le lezioni. E già perchè dovete sapere che su 731 sedie, 252 sono rotte. Nelle aule sembrano esserci molto posti liberi, ma la realtà, come spesso accade, è assai differente da quello che sembra. Altro che posti liberi, si tratta di file intere con le ribaltine rotte. Il compensato delle sedie si sfalda in fogli e la struttura in ferro è ormai irrecuperabile. Si cambia aula, ma la situazione è sempre la medesima, la maggior parte delle sedie, infatti, sono rotte. Gli studenti sono costretti a prendere delle sedie della sala lettura per portarle in aula, facendo anche di corsa, visto che pure quelle sono limitate. Le sedie della biblioteca, infatti, non bastano per tutti e i meno fortunati sono costretti a seguire la lezione per terra. Gli inviati di Striscia raccolgono poi la testimonianza di un altro studente, caduto rovinosamente a terra a causa del cedimento di una sedia. La protesta pacifica degli studenti è riconducibile in un’unica frase, ma scritta in tante lingue differenti su quel che resta delle loro sedute: “Questa non è una sedia” Fabio e Mingo, hanno quindi deciso di realizzare un video messaggio da consegnare al Magnifico Rettore dell’Ateneo. Ma il Professor Uricchio, all’estero per impegni di lavoro, non ha potuto ricevere i due inviati, che, purtroppo, hanno dovuto incassare il rifiuto anche del suo vice.

Striscia sedie rotte

loading...

LASCIA UN COMMENTO