Striscia, il Velodromo di Monteroni (Lecce) abbandonato al degrado 17/04/2014

0

Per una nuova puntata del TG dello spreco, Fabio e Mingo di Striscia la Notizia si trovano a Lecce e più precisamente nel Velodromo di Monteroni, un impianto sportivo dal glorioso passato, abbandonato a sé stesso e al degrado. Costruito nel lontano 1972 è costato la bellezza di 3 miliardi delle vecchie lire. Pensate che quattro anni dopo, nel 1972, il Velodromo di Monteroni ha ospitato i Mondiali di ciclismo, quelli che hanno regalato la medaglia d’oro a Francesco Moser. Per come è conciato oggi, probabilmente potrebbe ospitare un altro tipo di mondiali, quelli del degrado e della lenta burocrazia. La pista ovale, per le gare di ciclismo, lunga 333,33 metri, un tempo era rivestita di prezioso legno, oggi, invece, di calcestruzzo, in parte crollato e di un’armatura d’acciaio ormai arrugginita, come quel che resta dei gradini che conducono alle tribune. Pensate che avrebbero potuto contenere sino a 300 spettatori e invece, l’unica cosa che ricopre la pista, è la sterpaglia cresciuta dappertutto rigogliosa. La ristrutturazione sarebbe dovuta partire nel 2008, o così, almeno, sosteneva l’allora sindaco di Monteroni. Nel frattempo siamo arrivati nel 2014, sono stati investiti circa 3 milioni di euro di denaro pubblico, ma la situazione è sempre la stessa. Come si legge nel cartello all’entrata dell’impianto, i lavori sono partiti nel 2011, ma non sono mai stati terminati. Ci sono i tunnel che conducono ai sotterranei, dove hanno cominciato a costruire spogliatoi, bagni, uffici. Ma c’è solo lo scheletro, non è stata ultimata neppure la parte elettrica. E l’agognata ristrutturazione del velodromo si è arenata nelle paludi della burocrazia. C’era solo da integrare: il parere della provincia di Lecce, il parete del Coni, il parete della Federazione Ciclistica Italiana e il parere del comune di Monteroni. Nel frattempo, il velodromo è sempre meno mondiale e sempre più un rudere.

Velodromo di Monteroni Striscia

loading...

LASCIA UN COMMENTO