Striscia, Mazzette in tribunale: rissa a Napoli con Luca Abete e l’impiegato 5/05/2014 (video)

0

C’è del marcio nel tribunale di Napoli. L’inviato di Striscia la Notizia Luca Abete ha raccolto le rivelazioni di una segnalatrice anonima, che ha raccontato di attività anomale all’interno di una cancelleria. In cambio di una mazzetta non si pagherebbero i bolli, questa, sintetizzando al massimo, la testimonianza della donna. Insomma, sembra proprio che non ci sia scampo, a fronte di una richiesta di fotocopie avanzata da un avvocato, corrisponde la richiesta di una mazzetta ‘a piacere’. Si tratta di una truffa ai danni dello Stato e il protagonista di questo video lo sa perfettamente. Luca Abete, con la complicità di alcuni attori muniti di telecamera nascosta, ha filmato la condotta fraudolenta dell’impiegato del tribunale, e poi, una volta uscito dagli uffici, l’inviato di Striscia è riuscito ad avvicinarlo per ottenere delle spiegazioni: “Siamo qua perché vorremmo parlarle di uno strano movimento sottobanco che avviene nel suo ufficio“. Esordisce così Luca Abete, cogliendo completamente di sorpresa il suo interlocutore, il quale, ovviamente, nega ogni addebito. L’uomo inizialmente casca dalle nuvole, ma poi si fa minaccioso: “ora mi sono davvero rotto il c…., ti prendo e ti picchio veramente“. Purtroppo, dalle minacce l’impiegato passa ai fatti e comincia ad aggredire l’inviato di Striscia e la sua troupe. L’uomo scaglia pezzi di legno raccolti da un cassonetto dell’immondizia e li scaglia all’indirizzo di Luca Abete e del suo collaboratore, ma colpisce anche un auto parcheggiata, scatenando così la reazione del proprietario, che prima attacca al muro l’impiegato e poi lo colpisce con un violento pugno al volto. Insomma, una scena da far west in pieno centro a Napoli, qui sotto il video del servizio integrale.

Striscia rissa Napoli tribunale

loading...

LASCIA UN COMMENTO