Le Iene, Giulio Golia nella curva del Napoli dopo i fatti della finale di Coppa Italia.

0

Sabato, nel pressi dello stadio Olimpico, un tifoso della Roma Daniele De Santis detto Gastone, già allontanato dagli stadi, noto per aver interrotto il derby di Roma del 2004 ed esponente di estrema destra, avrebbe sparato e ferito tre tifosi del Napoli. Uno di loro, Ciro Esposito, lotta tra la vita e la morte. Allo stadio la tensione è altissima. Il capitano del Napoli, Marek Hamsik, accompagnato da alcuni funzionari di polizia, parla con quello che sembra essere il capo della curva, l’ormai famoso Genny a Carogna, figlio di un esponente della camorra. Se ci sia stata con lui una trattativa per far disputare la partita, questo non è possibile affermarlo con certezza. Ma è la maglietta di Genny a Carogna, con scritto “Speziale libero” a fare scalpore. Antonio Speziale è un ultras del Catania, attualmente in carcere, condannato ad otto anni per aver ucciso l’ispettore di Polizia Filippo Raciti. Ieri è arrivata la notizia del Daspo per Genny a Carogna, il divieto di recarsi allo stadio per i prosismi 5 anni. Ieri sera si giocava Napoli Vs Cagliari e per sentire gli umori della gente, Giulio Golia si è recato nella curva A, quella dei tifosi più caldi. Allo stadio gli unici striscioni sono quelli a sostegno del ragazzo gravemente ferito. Prima della partita i giocatori del Napoli fanno un giro di campo con la Coppa Italia appena conquistata, ma le gente è ancora molto colpita dai fatti avvenuti sabato e l’inviato delle Iene ha raccolto le loro parole. Col mio racconto mi fermo qui, il contributo video lo trovate subito dopo il salto pubblicitario.

loading...

LASCIA UN COMMENTO