Le Iene: Teo Mammucari, la battutaccia ad Ilary Blasi e la presunta offesa alla Campania. video

1

Ieri sera, mercoledì 7 maggio 2014, su Italia Uno è andata in onda una nuova puntata de Le Iene Show e qui su Tubiamo, come da nostra tradizione consolidata, vi abbiamo offerto una selezione dei servizi più interessanti della serata. Eppure, questa volta, a suscitare maggior scalpore non è stata l’ennesima inchiesta condotta da uno degli inviati, ma una presunta offesa di Teo Mammucari al popolo campano. Cerchiamo di fare chiarezza. Di rientro dal primo blocco pubblicitario (se non erro), il conduttore romano accoglie la sua partner Ilary Blasi con una delle solite battute di dubbio gusto: “Puzzi, sei appena tornata dalla campagna“. Un telespettatore napoletano da casa ha frainteso e forse condizionato e ancora scosso dagli eventi relativi alla finale di Coppa Italia, ha capito ‘Campania’ invece che ‘Campagna’. Bisogna davvero metterci una buona dose di vittimismo, ma le manie di persecuzione di certi napoletani sono note. Lo so, ora mi beccherò qualche insulto dai miei utenti partenopei, confido che i più intelligenti capiscano il senso del mio discorso e mi permettano di esprimere una mia opinione. I napoletani, invece, hanno tutte le ragioni di arrabbiarsi, sempre secondo chi vi scrive, per il servizio realizzato da Giulio Golia. L’inviato delle Iene, all’indomani dei fatti accaduti allo stadio Olimpico, si è recato nella curva degli ultrà napoletani per tastare il loro umore. Tutto il servizio si è concentrato sulla figura di Genny a’ Carogna e sulla maglietta che indossava, quella a favore di Speziale. E qui giustamente i telespettatori partenopei si sono ribellati: “ma come, un folle della Roma ha sparato riducendo in fin di vita un nostro amico e voi sapete solo chiedere se è giusto che Genny a’ Carogna indossasse quella maglietta?“. Insomma, i napoletani un motivo per indignarsi lo avevano per davvero, ma non era certamente legato all’offesa mai proferita da Teo Mammucari.

loading...

1 commento

  1. In merito al nostro vittimismo, volevo farle presente che ormai non ne possiamo più di essere sulla bocca di tutti per episodi che in linea di massima succedono in qualsiasi altra parte del mondo, solo che quando accadano a Napoli viene amplificata al massimo!

LASCIA UN COMMENTO