Striscia, vendita di armi on line a minorenni: il servizio di Staffelli del 20/05/2014

0

Ieri sera, a Striscia la Notizia, è andata in onda la seconda parte del servizio realizzato da Valerio Staffelli. L’inviato ci ha mostrato come sia estremamente semplice per un minore di 18 anni acquistare armi on line su siti specializzati del settore sparsi in giro per l’Europa. Staffelli, fingendosi un genitore molto arrabbiato si è recato in un’armeria in Francia per chiedere per quale ragione a suo figlio sia stata venduta un’arma così pericolosa. Il ragazzino ha comprato uno storditore elettrico, vietatissimo in Italia. Il commerciate risponde che loro hanno il diritto di vendere queste armi, in quanto si tratta di un prodotto che si vende liberamente in Francia. Dal momento che l’acquirente barra la casella nella quale dichiara di essere maggiorenne non esiste alcun problema nella vendita del prodotto richiesto. Secondo il venditore, su Internet funziona così, sono i genitori ad essere responsabili. Staffelli spiega che se quell’arma l’avesse comprata lui in Italia, con ogni probabilità sarebbe stato arrestato perché questo tipo di prodotti non si possono commercializzare nel nostro Paese, se non sei in possesso di un porto d’armi e se non disponi di un’autorizzazione di pubblica sicurezza preventiva, che i commercianti francesi non richiedono neppure ai clienti maggiorenni. Ma la legislazione francese permette la vendita libera di questi prodotti, quindi si tratta più che altro di regole sul commercio internazionale, evidentemente ancora non scritte o comunque lacunose. Insomma, all’armeria francese non interessa nulla se queste armi sono vietate nel nostro paese, lui è autorizzato in Francia a venderle e per questa ragione non si fa nessuno scrupolo. A questo punto Valerio Staffelli ha contattato i consolati di Francia, Polonia, Spagna e Germania, senza tuttavia ricevere alcuna risposta. Qui sotto il servizio integrale.

Striscia armi on line

loading...

LASCIA UN COMMENTO