Il Segreto, streaming video puntata dell’1 giugno 2014

0

Questa sera, domenica 1 giugno 2014, su Canale 5 ci aspetta un nuovo appuntamento con la telenovela spagnola Il Segreto. Ci attendono grandi novità nell’episodio di oggi, prima però è il caso di fare un veloce riassunto di quanto accaduto nelle puntate precedenti. Avevamo lasciato Olmo e Soledad impegnati a decidere la data delle nozze, la giovane, però, non confessato al suo futuro sposo di essere sterile e per questa ragione non potrà mai renderlo padre. Pepa, nel frattempo, sta cercando di impedire a Gregoria di lasciare Tristan. RIVEDI LA PUNTATA.

Olmo e Soledad sono finalmente riusciti a decidere la data delle nozze, ma il giovane Mesia ancora ignora che la sua futura sposa non è in grado di avere bambini. Olmo apprende la notizia da Juan e va su tutte le furie. Pepa, nel frattempo, sta cercando in tutti i modi di convincere la dottoressa Gregoria Casas a rinunciare a trasferirsi a Madrid per restare a Puente Viejo. Alla fine la levatrice riesce nella sua opera di persuasione e a questo punto, Tristan rompe gli indugi e chiede a Gregoria di sposarlo. E come era abbondantemente preventivabile, la dottoressa risponde si alla proposta del bel soldato. Nonostante proprio Pepa abbia giocato un ruolo fondamentale per riavvicinare la coppia, quando Tristan e Gregoria annunciano il loro matrimonio, la giovane levatrice ne rimane scioccata. L’unico che potrebbe impedire le nozze è Don Anselmo, il sacerdote, insieme alla perfida donna Francisca, è l’unico a sapere che Tristan e Pepa non sono fratelli e per questa ragione non esiste alcun impedimento che possa ostacolare il loro amore. Il prete, tuttavia, è costretto a mantenere il segreto del confessionale. Olmo, intanto, propone alla sorellastra Pepa un’armistizio ma la giovane non sembra per nulla intenzionata a concederglielo. Mariana, infine, trova il coraggio per confessare i propri sentimenti a Paquito, il quale però la respinge temendo che i farmacisti possano farle del male.

loading...

LASCIA UN COMMENTO