Marco Travaglio lite ad AnnoUno con una ragazza del pubblico: “non dire cretinate”

0

Ieri sera, giovedì 5 giugno 2014, su La7 è andata in onda la quinta ed ultima puntata di AnnoUno, il programma condotto da Giulia Innocenzi. Michele Santoro ha fatto un gran regalo alla sua discepola, facendosi da parte per 5 settimane con il suo Servizio Pubblico per permettere alla Innocenzi di debuttare alla conduzione del talk show. La critica è divisa su questo nuovo esperimento, l’effetto novità ha regalato buoni ascolti la prima puntata, dubbi sul format permangono. Specie dopo quanto accaduto ieri sera. Inutile nasconderci dietro un dito, noi di Tubiamo nutriamo una profonda stima nei confronti di Marco Travaglio, il giornalista più lucido, obbiettivo e preparato, degno erede di Indro Montanelli. Per questo motivo, lo spettacolo al quale abbiamo assistito ieri ci ha dato particolarmente fastidio. Come vi accennavo, la formula del programma è discutibile e prevede la presenza di un manipolo di ragazzi, pronti a dire la loro, permettendosi il lusso di attaccare e criticare, spesso in modo eccessivo, gli ospiti della serata. Nella scorsa puntata è toccato a Marco Travaglio. Una ragazza tra il pubblico ha accusato il vicedirettore del Fatto Quotidiano di essere un giornalista disfattista e fazioso che ha fatto le sue fortune massacrando una classe politica. Mancanza di rispetto, maleducazione, ignoranza, la somma di tutti e tre questi elementi. Fate voi. Travaglio ha atteso pazientemente che la giovane terminasse il suo atto accusatorio liquidando le sue parole come: “cretinate”. Il termine ‘lite’ utilizzato nel titolo dell’articolo, probabilmente, non è appropriato. Si è trattato semplicemente un pessimo momento di televisione che però ci offre qualche spunto di riflessione. La tanto invocata gioventù, quando chiamata in causa, non sempre offre uno spettacolo edificante. Qui sotto il video.

loading...

LASCIA UN COMMENTO