Mondiali Brasile 2014 | verso Inghilterra-Italia, Prandelli: “Balotelli e Immobile? difficile”

0

Il debutto dell’Italia ai Mondiali 2014 in Brasile è fissato per domenica 15 giugno 2014 all’Arena Amazônia di Manaus, contro l’Inghilterra. Il gruppo D è uno dei più difficili della fase a gironi, oltre ai temibili inglesi, c’è lo spauracchio Uruguay e poi quello che, almeno sulla carta, dovrebbe essere la squadra materasso del raggruppamento, il Costa Rica. Nell’ultima amichevole disputata a Rio De Janeiro contro il Fluminense, sono arrivate ottime notizie dal reparto offensivo e qualche preoccupazione da quello difensivo. Improbabile che Cesare Prandelli riproponga, almeno dall’inizio, il 4-3-3 sperimentato l’altro ieri. In conferenza stampa il ct della Nazionale ha parlato soprattutto dell’attacco: “Difficile con un centrocampo di qualità sostenere due punte centrali“. Un posto solo come prima punta, se lo contenderanno Mario Balotelli e Ciro Immobile, per una staffetta che potrebbe diventare uno dei tormentoni annunciati dei Mondiali in Brasile. Per quanto riguarda il centrocampo, il ct ha aggiornato i giornalisti sulle condizioni di Verratti: “Non stava bene, questa notte ha avuto la febbre“. A proposito del reparto apparso più in affanno nell’ultima amichevole contro il Fluminense, Cesare Prandelli ha parlato di “errori di concetto che non dovranno essere più ripetuti da ora in avanti“. In linea generale, il ct auspica che tutti si sentano titolari, anche quelli che ora sono forse un po’ meno coinvolti delle scelte tecniche. Prandelli ha fatto gli esempi di Schillaci: “era la quinta scelta, è diventato titolare inamovibile e capocannoniere dei mondiali” e di Grosso: “Marcello lo schierò dalla seconda partita e divenne protagonista assoluto“. Qui sotto l’intervista a Cesare Prandelli direttamente dalla Web TV della Gazzetta Dello Sport.

loading...

LASCIA UN COMMENTO