L’Italia di Antonio Conte: come sarà la Nazionale dell’ex tecnico della Juve (video)

4

14 anni dopo Antonio Conte potrebbe tornare in Nazionale, ma questa volta con un ruolo ben diverso. Non più da giocatore, ovviamente, ma come Commissario Tecnico. Sembra che Tavecchio abbia scelto proprio lui per raccogliere l’eredità di Prandelli. L’addio shock di Conte alla Juve, aveva quindi forse motivazioni ben precise. Il tecnico ha deciso di lasciare la panchina dei bianconeri proprio dopo la debacle azzurra ai Mondiali in Brasile. Ma come sarà, o potrebbe essere, la Nazionale di Antonio Conte? Il modulo, almeno all’inizio, dovrebbe essere il 3-5-2, schieramento tattico che ha permesso alla Juventus di conquistare 3 scudetti consecutivi. Lo zoccolo duro della vecchia guardia bianconera sarebbe quasi in blocco riconfermato, forse in difesa Ranocchia potrebbe contendere a Bonucci una maglia da titolare, a patto che il centrale nerazzurro torni ai livelli di Bari. A centrocampo Andrea Pirlo avrà il posto assicurato, almeno sino a quando la condizione fisica lo sorreggerà. Il suo successore, comunque, la Nazionale lo ha già pronto e risponde al nome di Verratti. Sugli esterni, Darmian, unica nota positiva della spedizione brasiliana degli azzurri, dovrebbe avere un posto da titolare garantito. Se Conte dovesse puntare su un più offensivo 4-3-3, le alternative sulle ali non mancherebbero certamente, con Cerci e Cadreva in pole position. Discorso diverso per l’attacco, reparto che potrebbe riservare le maggiori sorprese. Conte non ama i giocatori indisciplinati e che non riescono a fare gruppo, da questo punto di vista il futuro di Balotelli in Nazionale è tutt’altro che scontato. Al suo posto, come punta centrale, sono in tanti a contendersi una maglia: da Destro, ad Immobile, sino al neo interista Osvaldo. Qui sotto il servizio andato in onda ieri a Sport Mediaset.

Italia Conte

4 COMMENTI

  1. Io non credo che Pirlo torni indietro, dopo il mondiale ha dato il suo addio alla Nazionale e non credo torni sui suoi passi tanto piu’ con Conte allenatore (da quello che so era uno di quelli che alla Juventus non lo sopportavano piu’ e hanno fatto festa al suo addio. A mio parere, Conte cerchera’ di proporre una versione piu’ offensiva del collaudato 3-5-2 diciamo un 3-3-4 con Candreva e Cerci esterni alti (Giaccherini prima alternativa), una punta mobile e veloce (Rossi) ed una abile nel gioco aereo in grado di pungere ma anche di agire da boa centrale (Pazzini. Conoscendolo convochera’ sicuramente Balotelli (sara’ la sua sfida) mentre Immobile ho i miei seri dubbi che vedra’ la maglia della nazionale (non lo puo’ vedere) ai tempi di Siena hanno avuto dei contrasti e Conte e’ molto ma molto permaloso lo dimostra il fatto che non lo ha mai voluto alla Juve ha fatto di tutto per cederlo al Borussia. Per il terzetto difensivo invece secondo me ha in serbo la sorpresa (neanche troppo) De Rossi, Conte vuole avere il centrale di mezzo in grado di impostare e De Rossi secondo me e’ perfetto per le sue esigenze, per le altre due maglie penso che a sinistra si affidera’ a Chiellini mentre a destra se le condizioni fisiche di Barzagli non saranno ideali, Ranocchia e’ uno che gli e’ sempre piaciuto. Chiudo con la cerniera centrale, visto l’abbandono di Pirlo, Verratti quasi sicuramente sara’ l’uomo di mezzo con Marchisio e Giaccherini ai suoi lati. Ciao Bro ! Un Abbraccio forte !

  2. Professor Miracapillo, quando parla lei noi umilmente ci facciano da parte.

    Un abbraccio, guarda che la prossima settimana parto, torno a febbraio. Ti chiamo per salutarti.

    Luca

LASCIA UN COMMENTO