Striscia, cuccioli dall’Est: Edoardo Stoppa aggredito dal trafficante 20/10/2014 (video)

0

Ieri sera, lunedì 20 ottobre 2014, nella puntata di Striscia la Notizia del 20 ottobre 2014, Edoardo Stoppa è tornato ad occuparsi di cuccioli importati illegalmente dall’est Europa. Nella redazione del Tg satirico è arrivata una segnalazione per informare di un carico di cuccioli in arrivo dall’Ungheria e più precisamente da Pecs, nota località che l’Amico degli animali aveva già visitato in un precedente servizio andato in onda a Striscia la Notizia nella scorsa stagione. In quell’occasione, Stoppa aveva mostrato le assurde e inaccettabili condizioni con cui questi poveri animali venivano venduti: in mezzo alla strada e privi di qualsiasi controllo. I cuccioli venivano stipati a decine nei portabagagli delle auto ed erano costretti a viaggiare per ore al freddo e senza né cibo né acqua sino in Italia. CLICCA QUI per il servizio che documenta l’aggressione subita da Edoardo Stoppa.

Grazie ai suoi informatori l’Amico degli animali ha scoperto che i cuccioli sono già partiti dall’Ungheria e stanno arrivando in una città del nord Italia. Finalmente il responsabile del trasporto arriva ed Edoardo Stoppa lo riconosce immediatamente. Si tratta di una vecchia conoscenza di Striscia la Notizia, che già in passato l’Amico degli animali aveva pizzicato a vendere cuccioli direttamente dal bagagliaio della propria autovettura. I cagnolini sono appena entrati all’interno del negozio, dopo un giorno intero di viaggio, sono già disponibili per la vendita. L’inviato di Striscia trascorre tutta la notte in auto in attesa che il negozio riapra e il giorno successivo spedisce un complice all’interno del punto vendita fingendosi interessato all’acquisto di un cucciolo. La proprietaria dal retro né porta fuori un piccolissimo, la commerciante ci tiene a precisare che si tratta di cani italiani, ma ovviamente mente. In tarda serata Edoardo Stoppa incontra il trafficante e la situazione degenera molto velocemente. L’inviato e la sua troupe vengono selvaggiamente picchiati.

loading...

LASCIA UN COMMENTO