Striscia, Sperimentazione sulle scimmie nel laboratorio del Prof. Caminiti alla Sapienza di Roma

1

Edoardo Stoppa di Striscia la Notizia si trova a Roma, per parlarci di sperimentazione animale e di vivisezione. Nella redazione de Tg satirico di Antonio Ricci sono arrivate diverse segnalazioni circa preoccupanti esperimenti che si terrebbero all’interno dell’università La Sapienza. Un testimone oculare, che per motivi di sicurezza preferisce non mostrare il proprio volto, racconta all’amico degli animali quello che accade. Il segnalatore ha lavorato all’interno del laboratorio ed è conoscenza delle pratiche barbare alle quali sono sottoposti gli animali. Rinchiuse all’interno di gabbie metalliche ci sono quattro scimmie. Questi poveri animali sono costretti a vivere con un perno conficcato nella scatola cranica. Le scimmie vengono sottoposte ad esperimenti sul cervello ormai da anni. GUARDA IL SERVIZIO INTEGRALE.

Purtroppo non è ben chiaro che cosa avvenga di preciso all’interno di questo laboratorio, Stoppa ha provato persino a rivolgersi al Ministero della Salute, ma senza risultati. Chiunque cerchi informazioni, si trova di fronte ad un vero e proprio muro di gomma. Su questi esperimenti, inoltre, non viene effettuato alcun tipo di controllo, le uniche divulgazioni vengono rese note da coloro che eseguono gli esperimenti, come il Prof. Roberto Caminiti. Edoardo Stoppa si reca nell’ateneo per parlare con lui, ma del professore nessuna traccia. Sembra che nessuno voglia parlare con l’amico degli animali. Poi, uscendo, Stoppa si imbatte in un uomo che lo stava fotografando col telefonino. L’inviato di Striscia la Notizia scoprirà in seguito che si trattava del braccio destro del Prof. Caminiti. E’ lo stesso uomo che in un filmato contenuto nel servizio andato in onda ieri, mostrava come fosse possibile restringere le gabbie sino al punto da immobilizzare queste povere scimmie completamente. Sperimentazione in nome della scienza, o tortura messa in atto da sadici pseudo scienziati? A voi il giudizio finale.

 

loading...

1 commento

LASCIA UN COMMENTO