Striscia la Notizia: Roberto Benigni e i 10 comandamenti: lo spettacolo ‘blasfemo’ del 1983

0

Benigni blasfermoL’evento televisivo di questo inverno è senza dubbio quello andato in onda su RAI Uno con protagonista Roberto Benigni. Ieri sera, nella puntata del 23 dicembre 2014, Striscia la Notizia ci ha mostrato un filmato estratto da uno spettacolo del comico toscano risalente al 1983. Anche allora Benigni parlava di Dio e dei 10 Comandamenti, ma in maniera leggermente diversa rispetto a quanto fatto la settimana scorsa sulla rete ammiraglia del servizio pubblico. CLICCA QUI PER VEDERE IL SERVIZIO INTEGRALE.

Alcuni passaggi hanno fatto sobbalzare il pubblico di Striscia dalla poltrona. Allora il Premio Oscar con La vita è bella, sosteneva quanto fosse difficile seguire i 10 Comandamenti: “ci ho provato, ti sbagli per forza”. Eppure solamente pochi giorni fa diceva: “i 10 comandamenti sono l’evento centrale di tutta la storia biblica, sono semplicissimi”. Nel lontano 1983 affermava: “Non desiderare la donna d’altri? Ma voi c’avete del problemi con le donne ragazzi, voi non avete mai trombato in vita vostra…ma che razza di comandamento è?” La versione odierna, invece, è decisamente più soft: “Il desiderio, come abbiamo detto, non è negativo, anzi è meraviglioso, è un dire si alla vita”. Totalmente diverso il racconto riguardo alla costola di Adamo; nel 1983 Roberto Benigni affermava: “Io gli levo una costola e faccio Eva, gli levo un orecchio e faccio il termosifone…ragazzi, a leggere questo libro c’è da diventar buddisti!”. Di tutto altro tono la rilettura andata in scena su RAI Uno: “la donna è uscita dalla costola dell’uomo per essere uguale, un po’ più in basso sotto il braccio per essere protetta e dal lato del cuore per essere amata”. Insomma, c’è materiale a sufficienza per la consegna di un bel Tapiro d’oro al caro Roberto Benigni.

loading...

LASCIA UN COMMENTO