Video Striscia | Combattimenti tra cani: Stoppa aggredito a San Giuseppe Vesuviano

4

Stoppa aggredito Napoli

Edoardo Stoppa si trova a San Giuseppe Vesuviano, in provincia di Napoli, per parlarci ancora una volta di combattimenti tra cani. Nella redazione di Striscia la Notizia, è arrivata una segnalazione riguardo un sito, dove è possibile trovare numerosi video che mostrano cruenti combattimenti tra cani. Tutti questi filmanti sono un insulto per la morale e per la legge, nonostante ciò vengono tranquillamente pubblicati. Ma non è finita qui perché su un portale russo, vengono mostrati tantissimi combattimenti tra cani Pardog. Il Pardog (cane partenopeo) è un incrocio tra Bull Terrier, Mastino Napoletano, Dogo Argentino e addirittura l’aggressivissimo Dingo Australiano. Il tutto mixato per creare una vera e propria macchina per combattimento. GUARDA IL SERVIZIO.

Su internet, il selezionatore di questo incrocio, non fa altro che esaltare le caratteristiche da grandi combattenti dei suoi cani. L’amico degli animali analizza diversi filmati presenti in rete e scopre che, molti video sono stati girati in Italia. Dopo una lunga ricerca, l’inviato scopre finalmente dove vengono effettuati fisicamente questi combattimenti. Stoppa spedisce un gancio dal selezionatore ed una volta conquistata la sua fiducia, gli permette di vedere i cani. Gli animali vengono venduti ‘a listino’ a 1000 euro cadauno. L’allevamento è in condizioni incredibili, un vero e proprio emblema dell’abusivismo. Alla vista del loro padrone i cani sono terrorizzati, chissà quante ne hanno passate, poveretti. La struttura è vecchia, sporca e decadente.

Visto abbastanza, Edoardo Stoppa decide di intervenire, ma l’accoglienza non è certo delle migliori. L’inviato viene invitato ad uscire immediatamente da un uomo che dichiara di non essere il proprietario, anche se le immagini lo sconfessano. Arriva anche il figlio, subito dopo il cameraman viene raggiunto da un violento calcio al basso ventre. La situazione degenera, una telecamera viene distrutta, poi l’uomo si dirige verso la sua macchina per prendere un grosso pugnale, fortunatamente i suoi figli lo fermano prima che possa mettere in atto la sua folle rappresaglia nei confronti di Stoppa. La troupe di Striscia se né va, non prima di aver ricevuto una minaccia telefonica anonima indirizzata al complice di Stoppa. Questa sera la seconda parte del servizio.

loading...
Add More Traffic

4 COMMENTI

  1. Arrestate li siamo alo sbando non si arrestano queste persone, perché la forestale non ha chiamato il magistrato di turno. Dda

  2. SOLITE BUFFONATE DI STRISCIA LA NOTIZIA, TITOLONI E SCOOP E POI? DOVE FA VEDERE QUESTI COMBATTIMENTI? BEH CERTO SE UNO IN SUD ITALIA ENTRA IN UNA PROPRIETA’ PRIVATA SENZA PERMESSO (VIOLAZIONE DI DOMICIO PRIVATO) NON CREDO POSSA ASPETTARSI CAFFE’ E PASTICCINI. FALLO IN TEXAS UNA COSA DEL GENERE,POI VEDI…. QUELLI DI STRISCIA SANNO CHE SPESSO NEL SUD ITALIA LA MAFIA UCCIDE TRAVESTENDOSI ADDIRITTURA DA AGENTI….COMUNQUE RIPETO SE PER DEI VIDEO CHE SI EEDONO SU INTERNET, DEVONO ANDARE QUELLI DI STRICIA CREDO CHE ANTONIO RICCI DEBBA VALUTARE L’IDEA DI ANDARE IN PENSIONE.

  3. K.N. E se prendessi tua madre e tua sorella e le terrei sotto sequestro nella mia proprietà privata, anche sarebbe violazione di domicilio privato? quei 2 padre e figlio ringrazia che li sbatterranno solo in galera, perchè dove dici tu in Texas , gli avrebbero dato direttamente la pena di morte. Quelli di Striscia vanno e fanno bene , Ed Edoardo Stoppa è un grande.

  4. EnK . Scusa ma sai fare un ragionamento obiettivo? Parli di sequestri di sorelle e madri. ..che centra. ? Quindi tu se ci sono pericoli o reati non chiami la polizia ma chiami striscia la notizia? Complimenti! Se tu sei lo spettatore medio che inneggia a questo videogiornalismo sensazionalistico, temo che l’Italia difficilmente possa migliorare.

LASCIA UN COMMENTO