Striscia, Cani rinchiusi in un furgone a Milano in pieno centro: 2/3/2015 (video)

0

Striscia cani furgone MilanoEdoardo Stoppa si trova a Milano per occuparsi di alcuni cani che vivono, in pieno centro, in un vero e proprio stato di prigionia. L’amico degli animali ha raccolto la testimonianza di un esercente, il quale ha spiegato che ormai da settimane sul lato opposto della strada, staziona un furgone verde con al suo interno reclusi diversi cuccioli. CLICCA QUI PER IL SERVIZIO INTEGRALE.

Questi poveri animali stanno tutto il giorno chiusi dentro al veicolo, eccezion fatta che per alcuni minuti, in cui vengono portati nel parco ad espletare i loro bisognini. Una situazione che definire assurda è certamente riduttivo. La cosa più incredibile è che nessuno, sino ad ora, si è preso la briga di venire a controllare la situazione. Solo una volta, era l’inizio di gennaio, i vigili sono arrivati per chiedere spiegazioni al proprietario, ma senza adottare alcun tipo di provvedimento.

Edoardo Stoppa ha deciso di verificare le segnalazioni, appostandosi nei pressi del furgone per svariate ore, per diversi giorni. Verificata l’attendibilità delle suddette, l’inviato di Striscia la Notizia ha deciso di mettersi sulle tracce del proprietario, per ottenere delle spiegazioni. L’uomo, un signore sulla settantina, si è giustificando spiegando che non c’è nulla di strano in questa situazione, spiegando che lui è un allevatore esperto che partecipa a diversi concorsi con i suoi animali. Più che una giustificazione, si tratta di un’aggravante. Come sottolineato da Stoppa, significa che qui non c’è di mezzo la disinformazione, ma una deliberata condotta inammissibile.

Stoppa riesce a far aprire il furgone, pensate che i poveri cuccioli sono rinchiusi in gabbie così piccole da essere costretti a restare abbassati per tutto il tempo. Stoppa, se non altro, convince l’allevatore a liberare i cani. Poi l’amico degli animali riesce a vedere dove i cani vengono rinchiusi la notte: uno sgabuzzino di due metri per due. Raramente ci era capitato di vedere Edoardo Stoppa così arrabbiato.

Poi arriva anche il vero titolare degli animali e la situazione si complica. Prima l’uomo nega ogni addebito, ma poi è costretto ad ammettere le proprie responsabilità. I cani verranno trasferiti in un luogo più idoneo, la speranza è che Edoardo Stoppa possa tornare a controllare.

loading...

LASCIA UN COMMENTO