Maximilian Sontacchi a Tu sì que vales: “scuola di motociclismo per paraplegici”

0

Maximilian Sontacchi a Tu sì que valesIl sogno di Maximilian a Tu sì que vales: “una scuola di motociclismo per paraplegici”

L’esibizione più toccante della puntata di Tu sì que vales andata in onda ieri è stata quella realizzata in esterna da un giovane motociclista. L’ingresso di Maximilian Sontacchi è preceduto da un filmato girato in esterna su una pista. In sella alla sua moto, il giovane centauro dimostra di cavarsela egregiamente, ma ovviamente il suo talento non è tutto qui. L’eccezionalità dell’evento al quale abbiamo appena assistito si manifesta in tutta la sua completezza quando Maximilian entra in studio, seduto su una carrozzina: “può sembrare banale ma non lo è” sono queste le sue prime parole, ma gli applausi convinti del pubblico lo costringono a fermarsi.

Maximilian Sontacchi a Tu sì que vales

Si respira tanta commozzione in studio. Il più emozionato è senz’altro Maximilian. Ma lui non è venuto a Tu sì que vales per raccontare una tragedia, quell’incidente che 10 anni fa lo costrinse su una sedia rotelle, in realtà si è rivelato una seconda grandissima opportunità. Prima di quel tragico (o provvidenziale dipende dal punto di vista) evento, Maximilian era un ragazzo scapestrato, con amici ancora più scalmanati di lui e tanti problemi in famiglia.

Maximilian Sontacchi a Tu sì que vales

L’incidente ha cambiato tutto, ma in meglio. Ha scoperto il valore della vita e magicamente tutto intorno a lui è migliorato. Vive una vita piena ed emozionante e recentemente ha deciso di aprire una scuola di motociclismo per paraplegici. Il messaggio che ha portato a Tu sì que vales è importantissimo ed è valso a Maximilian tre si convinti dei giudici e il 100% di gradimento della giuria popolare.

LASCIA UN COMMENTO