Le Iene: prostituzione sulle strade di Milano: Pelazza aggredito (video)

0

Le Iene: prostituzione sulle strade di MilanoLe Iene: Luigi Pelazza e i suoi collaboratori aggrediti da due prostitute sulla strada provinciale che collega Milano a Pavia

A Milano, sulla strada provinciale che porta a Pavia, ogni giorno si possono trovare un sacco di prostitute albanesi. Nell’immaginario collettivo si pensa che la lucciola sia sfruttata da un protettore, spesso violento. Ma sarà davvero così? Per scoprirlo Luigi Pelazza ha deciso di spedire un complice sulle strade del capoluogo lombardo. Fingendosi cliente, il gancio delle Iene ha rimorchiato una giovane prostituta albanese ed è riuscito a farla sbottonare un po’. Guadagna circa 10 mila euro al mese, 1000 vanno al protettore per lo spazio occupato. E visto che in quella strada di prostitute ce né sono davvero tante, questa cifra deve essere moltiplicata per il numero delle ragazze presenti sul tratto di strada in gestione al pappone. GUARDA IL SERVIZIO INTEGRALE.

Le Iene: prostituzione sulle strade di Milano e la guerra tra protettori albanesi

Un business molto ricco, che fa gola a tanti e chi i papponi albanesi proteggono con le unghie e con i denti. Non è raro che bande rivali che si contendono lo stesso territorio finiscano con l’ammazzarsi, lo scenario non è affatto dei più sicuri per realizzare un servizio.

Le Iene: prostituzione sulle strade di Milano: complice di Pelazza aggredita da due prostitute

Eppure Luigi Pelazza decide di proseguire la sua inchiesta andando, come si suol dire, a disturbare il cane che dorme. Non lo fa direttamente, ma si serve di due coraggiosi complici, i quali si fingono lui un protettore, lei una nuova prostituta decisa a lavorare in un territorio che appartiene ad altre “colleghe”. La reazione di quest’ultime non si fa attendere e la complice delle Iene viene prima minacciata e poi aggredita. La situazione sta per degenerare, Pelazza decide di intervenire e a dargli manforte fortunatamente ci sono anche i Carabinieri. L’inviato delle Iene voleva stanare il protettore albanese, il quale, però, sentendo puzza di bruciato, è rimasto nascosto.

LASCIA UN COMMENTO