Maurizio Crozza a diMartedì del 17 novembre 2015 (video)

0

Crozza diMartedì 17 novembre 2015La copertina di Maurizio Crozza andata in onda nel corso della puntata di ieri: “Quanto deve essere vicina una barbarie perché ci colpisca come esseri umani?”

Ieri sera, martedì 17 novembre 2015, su La7 è andata in onda una nuova puntata di diMartedì, il talk show politico condotto da Giovanni Floris. Ad aprire la serata, come da tradizione consolidata, la copertina satirica di Maurizio Crozza. A seguire alcuni estratti dell’intervento del comico genovese. Al termine dell’articolo il video integrale.

Impossibile non partire dai drammatici fatti di Parigi, Maurizio Crozza a diMartedì sceglie l’ironia leggera per affrontare un tema così spinosa: “Io non cambierò il mio modo di essere. Non facevo battute sull’Isis prima e non le farò neanche adesso. Avevo paura prima e ce l’ho anche adesso. Visto? non mi hanno cambiato. Avevo due battute fortissime, ma ve le registro, le affido al notaio in busta chiusa e ve le ascoltate tra trent’anni.

Maurizio Crozza a diMartedì prosegue nel suo intervento e si interroga: “Due giorni prima c’è stato un attentato in Libano: 44 vittime e 239 feriti. E 10 giorni prima era esploso un aereo sul Sinai: 224 morti. Se qualcosa accade a Parigi, giustamente, ci sentiamo tutti coinvolti. Se accade sul Sinai meno; a Beirut quasi nulla. Ma io mi chiedo: quanto deve essere vicina una barbarie perché ci colpisca come esseri umani?

loading...

LASCIA UN COMMENTO