Maurizio Crozza a diMartedì: video copertina del 24 novembre 2015

0

Crozza diMartedì 24 novembre 2015La copertina satirica di Maurizio Crozza nel corso della puntata di diMartedì andata in onda ieri sera.

Ieri sera, martedì 24 novembre 2015, su La7 si è rinnovato l’appuntamento con diMartedì, il talk show politico ideato e condotto da Giovanni Floris. Ad aprire la puntata, come da tradizione consolidata, la copertina satirica di Maurizio Crozza. Con la sua consueta ironica il comico genovese ha commentato i fatti politici della settimana che ci siamo appena lasciati alle spalle. Qui sotto un breve riassunto che contiene i passaggi salienti e più divertenti. Al termine dell’articolo il video della copertina integrale. Buona visione.

Si parte con un ospite in collegamento con lo studio: “Quando vedo Luttwak in collegamento, in confronto Profondo Rosso mi sembra Mary Poppins. Luttwak mi dà la stessa tranquillità di quando vedo spuntare de profilati in acciaio dal camion che mi precede in autostrada: da un momento all’altro può succedere di tutto…

Maurizio Crozza prosegue il suo intervento e si riallaccia all’ospite in studio per assumere i panni del presidente Mattarellla: “Io non vado alla prima della Scala, perché il giorno dopo c’è l’inaugurazione del Giubileo. Poi il giorno dopo non andrò all’inaugurazione del Giubileo perché mi devo guardare la registrazione della prima della scala. La verità, cari italiani e care italiane, è che io sto rintanato a casa perchè quando vedo Luttwak mi cago addosso.

Si passa poi all’allarme terrorismo: “Ovunque nel mondo è scoppiata la paranoia. Qui a Milano da una settimana c’è una diffidenza assurda. Alla fermata della metro si guardano tutti in cagnesco, sembra un film di Clint Eastwood. Se c’è uno con la barba gli fanno il vuoto intorno. C’è chi tira fuori l’immagine di Padre Pio per dimostrare le proprie radici cristiane. Poi però la paranoia scatta lo stesso perché Padre Pio aveva la barba lunga come i talebani.

loading...

LASCIA UN COMMENTO