Tango per la libertà: streaming video prima puntata 12 gennaio 2016

0

Tango per la libertà prima puntata streamingIeri sera, martedì 12 gennaio 2016, su RAI Uno è andata in onda la prima puntata della mini fiction in due episodio con Alessandro Preziosi: Tango per la libertà. Rivedila in streaming su RAI TV.

Il viceconsole italiano a Buenos Aires, Marco Ferreri e la sua storia partono da un ricevimento all’ambasciata, quando insieme a Diego Madero, il suo miglior amico, assiste all’esibizione di Anna Ribeiro la cantante di tango più conosciuta in Argentina e né resta ammaliato. Carmen, che con Marco è in intimità, osserva la scena con gelosia.

La stessa notte i militari salgono al potere e numerosi cittadini italiani si recano in ambasciata per denunciare soprusi e persecuzioni. Il viceconsole vorrebbe aiutarli, ma l’ambasciatore avverte Marco che l’Italia non concederà asilo politico.

Giulia, la sorella di Anna Ribeiro, viene prelevata dalla scuola dove insegna canto ai bambini e sequestrata. La cantante chiede aiuto a Marco, il quale si rivolge al capo della polizia, il Gordo, che però non sembra essere interessato alla vicenda.

Diego, l’amico di Marco, detesta i militari nonostante sia nipote di un importante membro della Giunta e decide di portare Anna e Marco da Monsignor Santini, il quale, avendo ricevuto numerose segnalazioni di persone scomparse, sta cercando di offrire il proprio contributo. Ma il monsignore viene ucciso in un drammatico incidente d’auto poco prima di informare la Santa Sede.

Gli italiani si riversano in massa per protestare davanti alla ambasciata. Anna, avvisata da Marco, si unisce ai protestanti attirando così l’attenzione della stampa ed impedendo che il Gordo carichi la folla con i suoi militari.

Purtroppo, anche Anna viene sequestrata ed imprigionata nel centro di detenzione e tortura della Marina, l’Esma, dove la donna viene addirittura obbligata a cantare durante le torture inflitte agli altri sequestrati. A Marco non resta altro che fare di tutto per trovarla.

LASCIA UN COMMENTO